Archivi categoria: Cybernature

Davide contro Golia?

La battaglia degli OS impazza nel mondo dei Software! Ormai è una guerra all’ultima App quella che vede coinvolte le grandi case come Windows, Apple e i “piccoli” colossi del web come Google che propone sul mercato il nuovissimo sistema operativo Chrome!

Il prodotto verra lanciato sul mercato dal 15 Giugno ed inizialmente solo su notebook brendizzati Acer e Samsung, che hanno ottenuto l’esclusiva! E’ basato sul browser Google Chrome e sul kernel Linux. Essendo totalemte differente dagli attuali Os, scegliendo Chrome, l’utente cede quasi totalmente il controllo sulle operazioni a procedure automatiche e decide di lavorare completamente online.

Questo aspetto è il punto debole del nuovo sistema, poiché costringe Google a garantire la sicurezza dei dati degli utenti di Chrome OS nonché gli utenti a fidarsi! E’ un sistema operativo open source, quindi tutti i programmatori liberi possono tranquillamente valutarne l’efficacia e modificarne le caratteristiche per miglioranre la qualità!

E’ interametne gratuito, punto di forza per la sua diffusione! Larry Page e Sergey Brin escludono, almeno per ora, la compatibilità con dispositivi mobilie e

Tablet. Ma siamo solo all’inizio e lo spazio che saprà ritagliarsi Chrome lo stabilirà solo il tempo!

Microsoft ed Apple sono avvisate, il futuro è tutto da scoprire!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Cybernature, Tecnologia

Vita o morte?

Distruzione. Lacrime. Sofferenza. Rimpianto. Morte. Ecco c’è il nucleare. Ci ripeteranno all’infinito che le centrali sono sicure. Ma noi non possiamo, non dobbiamo e non vogliamo credergli. Sappiamo benissimo che l’energia atomica è solo una morte lenta e agonizzante. Sia dell’uomo che della natura che lo circonda.

Se si è fortunati si morirà, ammalandosi, dopo anni e anni di agonia. Di lotte per la sopravvivenza. Sapendo le cause radioattive della malattia, ma non potendole dimostrare con certezza. E non si avrà giustizia.

Se si è sfortunati (o fortunati, dipende dai punti di vista) si morirà in breve tempo dopo un disastro nucleare, causato da una catastrofe. Allora si dirà: “E’ stato un evento sovrannaturale, imprevedibile”. E non si avrà giustizia.

E’, inoltre, già immaginabile a quali loschi individui verranno dati gli appalti per la costruzione di queste famigerate centrali di terza generazione (vuol dire che si sta rovinando barbaramente il mondo già da tre generazioni). Si vive già con la consapevolezza di trovare vuoti i pilastri dei futuri impianti. Già si sa che le norme di sicurezza saranno rispettate all’italiana…”Tanto che può succedere…chi ci controlla”.

In un mondo che va verso la natura, noi scegliamo la morte.                  Ma davvero vogliamo tutto questo?

Lascia un commento

Archiviato in Ambiente, Cybernature